Archivio per la categoria ‘The Darwin Awards’

Il Prete Volante

Pubblicato: 10 gennaio 2009 in The Darwin Awards

20 Aprile 2008 – San Paolo, Brasile

Nel 1982 Larry “sedia a sdraio” Walter, evitò (con sua enorme fortuna) di arricchire il patrimonio genetico dell’umanità, salvandosi da un ridicolo e goffo trapasso: dopo aver legato dei palloni a elio (quelli usati per rilevazioni atmosferiche) ad una sedia a sdraio, vi montò sopra, con l’intenzione di farsi un comodo giretto a Los Angeles; purtroppo la rotta del pallone non fu quella da lui prevista e si ritrovò a 16.000 piedi d’altezza nei pressi dell’aeroporto di LAX (Los Angeles). Sorprendentemente, sopravvisse a questa stramba avventura.

Nel 2008 il prete cattolico Adelir Antonio De Carli (41 anni) tentò di emulare Larry, per pubblicizzare il suo progetto di costruire un “riposo spirituale” per camionisti. Per quanto si fosse preparato con attrezzature e apparecchi di alta qualità (un abito di sopravvivenza, una sedia extra per le emergenze, un telefono satellitare e un GPS) non fu fortunato come Larry; infatti le suddette precauzioni possono rivelarsi inutili se:
1. si vola per 19 ore su una sedia trainata da palloncini (quindi facilmente condizionati dal vento);
2. non si è in grado di usare il GPS di cui ci si è muniti.

Durante il volo infatti, il vento cambiò improvvisamente direzione e il “prete volante” venne indirizzato in mare aperto; avrebbe anche potuto paracadutarsi… ma preferì tentare il tutto per tutto contattando i soccoritori e smanettando con il GPS, mentre il telefono satellitare si scaricava.
Quando tutto sembrava perduto, decise di affidarsi alle mani del Signore… che appunto lo guidò dritto dritto in paradiso.

Il corpo di Adelir venne rinvenuto successivamente, a conferma della dipartita.

Va precisato che si tratta di doppio Darwin, in quanto il soggetto in questione, avendo fatto voto di celibato, aveva scelto di non avere figli.

Darwin Awards
Un ringraziamento sia a Barbie sia a Spaghetto Volante per la segnalazione

Gas Esilarante

Pubblicato: 19 novembre 2008 in The Darwin Awards

16 Aprile 1999 – Washington D.C.

Il protossido d’azoto, meglio noto come “gas esilarante“, produce un’euforia di breve durata ed è spesso utilizzato come anestetico nelle cliniche e negli studi dentistici. Come ogni altro gas puro, deve essere mescolato con aria o ossigeno, in modo da non causare soffocamento.

Carol e Mark non si preoccuparono di questo piccolo -sebbene cruciale- dettaglio. Vennero trovati morti dal figlio Mark nella loro casa di periferia; la coppia indossava delle maschere respiratorie attaccate a una bombola di quel letale gas.

Il paradosso di questa vicenda sta nel constatare le professioni delle due vittime: Mark lavorava da dieci anni come paramedico presso i vigili del fuoco del Distretto della Columbia, mentre Carol stava studiando per diventare infermiera.

Il dipartimento dei vigili del fuoco di Washington D.C. definì Mark “una delle persone più preparate e addestrate che avessero mai avuto”. Sarò cinico, ma spero che si sbaglino.

Darwin Awards

Drogato del Ca**o

Pubblicato: 16 ottobre 2008 in The Darwin Awards

1998 – (Fonte: Intraurethral Cocaine Administration)

Nessuno ci ha mai pensato, ma considerando l’episodio che segue, forse sarebbe il caso di apporre sulle buste di cocaina l’avvertenza “Non iniettare direttamente nel condotto urinario“.

Un trentaquattrenne infatti ebbe la brillante idea di aumentare in tal modo le proprie prestazioni sessuali.

Per quanto non si possa criticare lo spirito di iniziativa del malcapitato, è inevitabile analizzare le conseguenze del gesto. Questo genio andò incontro a terribili effetti collaterali: tre giorni di prolungata erezione con conseguente dolorosissima incapacità di urinare; infine fu inevitabile il ricovero ospedaliero.

Dopo due giorni di degenza, l’asta del ricoverato cedette finalmente ad un “ammainabandiera”, portando a termine un’ormai insopportabile erezione.

Sfortunatamente fu troppo tardi: il sangue filtrato nei piedi, nelle mani e nei genitali coagulò causando la necrosi dei tessuti in gran parte del corpo. Per fermare la cancrena i medici dovettero amputare le gambe. Il pene invece cadde da solo.

Darwin Awards

L’ho fatto col Cuore

Pubblicato: 8 settembre 2008 in The Darwin Awards

1997 – Italia

Tutto il mondo è paese… e il nostro bel paese non ha nulla da invidiare nella classifica dell’involuzione.
Nel 1997 venne ritrovato il cadavere di un uomo nudo con una massa di carne attaccata al pene.
Il medico legale, dopo un attento esame del cadavere, grazie al suo brillante intuito investigativo, riuscì a stabilire la causa del decesso: la “vittima” aveva tentato un rapporto intimo con un cuore di bovino collegato tramite cavi elettrici ad una presa 220.
Morì fulminato.

Darwin Awards

6 Gennaio 1996 – India

Per quanto possa essere nobile l’insegnamento del Mahatma Gandhi in merito alla non-violenza, è indispensabile tenere in considerazione il destinatario di un simile messaggio e valutare se -per ovvi motivi- non è in grado di comprenderlo… come ad esempio una tigre.

Prakesh Tiwari e Suresh Rai erano due amici devoti alla dea Durga; un giorno mentre sorseggiavano qualcosa decisero di acquistare una ghirlanda di fiori.

Successivamente si recarono allo zoo di Calcutta e nei pressi della recinzione di Shiva, una tigre reale del Bengale di tre anni, ebbero un’idea malsana: saltarono il fosso che circondava il recinto, con l’idea di rendere omaggio alla belva e le misero al collo la ghirlanda.

La tigre comprensibilmente attaccò Suresh, non appena le si avvicinò. L’amico Prakesh, in preda al panico, calciò l’animale sulla faccia, probabilmente con l’intendo di distrarlo.

Shiva lasciò quindi da parte il primo per accanirsi sul secondo, uccidendolo.

Darwin Awards

Il Rodeo dell’Orca Assassina

Pubblicato: 25 giugno 2008 in The Darwin Awards

6 Luglio 1999 – Florida

È evidente che non tutti gli esemplari della specie umana meritano il primato che hanno nella scala dell’evoluzione.
Un esempio lampante è il caso di Bob, il quale perse parecchie posizioni in favore di Tillikum.
Bob era un disadattato con una fedina penale tutt’altro che immacolata: spaccio, molestie sessuali, furto… un curriculum non proprio roseo, insomma. Tillikum era un’orca marina grande come un autobus.

I due protagonisti si incontrarono a Sea World, un parco marino situato in Florida.

Verso le dieci di sera Bob si stava fumando una canna nei pressi della vasca dell’orca (all’epoca non ancora addomesticata). Tutto a un tratto notò la pinna dell’animale che solcava le onde, scavalcò la recinzione della vasca e si tuffò in acqua.

Il suo corpo venne rinvenuto sulla pinna dorsale della bestia, la mattina seguente.

Darwin Awards

Sesso e Asfissia

Pubblicato: 27 maggio 2008 in The Darwin Awards

21 Marzo 1999 – Bucarest

Come dice il proverbio: La fretta è cattiva consigliera.

Se poi ci si mettono anche gli ormoni, è la fine…
I rumeni Mario e Mirela erano una coppia (mi si perdoni il termine) molto affiatata.

Al termine della solita seratina a due, in preda a una profonda eccitazione, rientrarono a casa in macchina a tutta velocità, passando col rosso e senza rispettare segnali di stop e di precedenza.

Arrivati a casa, Mario si infilò in garage, chiuse il portellone alle sue spalle e si fiondò su Mirela.

I due si spogliarono, si baciarono, si amarono… ma in quest’impeto di passione si dimenticarono di un piccino piccino (sebbene cruciale) dettaglino: il motore della macchina era ancora acceso.

Morirono soffocati dal monossido di carbonio.

Darwin Awards

Avvocato Volante

Pubblicato: 6 maggio 2008 in The Darwin Awards

1996 – Toronto

La Dominion Bank Tower di Toronto è uno di quei grattacieli fatti tutte a vetrate. “Mica però vetro normale – quello delle finestre di casa, per intenderci – no, no: questo resiste anche alle armi da fuoco e ai martelli pneumatici.”

Gli studenti di legge in visita al grattacielo ascoltavano, più o meno attenti, le parole dell’avvocato che da due ore li teneva in ostaggio, magnificando loro, di piano in piano, le qualità affascinanti dell’edificio.

Bell”uomo, prestante, sulla quarantina, non era tipo da tirarsi indietro, neanche davanti a una domanda idiota come: “E a spallate viene giù?”, specie se a rivolgergliela era quella studentessa bionda in minigonna ed epidermico maglioncino rosa.

Sorrise, si scostò il ciuffo dalla fronte, prese la rincorsa… i ragazzi sgranarono gli occhi e fecero “Oooh…”.

In uno scintillare di vetri infranti l’urlo dell’avvocato si dissolse molti piani sotto di loro.

Darwin Awards

Finta Pazzia, Vera Idiozia

Pubblicato: 7 aprile 2008 in The Darwin Awards

2 Aprile 1998 – Wisconsin

“Devo uscire di galera! Devo uscire di galera!”

Questo era l’unico pensiero che tormentava Joseph.

Dopo aver cercato per mesi una soluzione, d’improvviso ebbe un’intuizione: fingersi pazzo.

L’idea consisteva nel compiere un atto che rivelasse la sua infermità mentale; in questo modo avrebbe ottenuto il trasferimento in una struttura sanitaria, dalla quale sarebbe stato molto più facile evadere.

Sulla carta, il progetto era chiaro e semplice. Realizzarlo era un altro paio di maniche.

Tuttavia, un giorno, la soluzione gli apparve limpida come l’acqua di sorgente: si sarebbe impiccato con la coperta, il secondino avrebbe chiamato gli agenti che lo avrebbero liberato e spedito in manicomio.

Tutti questi condizionali sono però d’obbligo, dato che solo una parte del piano venne rispettata: Joseph morì in cella e il giorno seguente venne trasferito alla libertà di una tomba.

Darwin Awards

Sport Estrem(amente stupid)o

Pubblicato: 14 marzo 2008 in The Darwin Awards

13 Luglio 1997 – Virginia

Cosa si intende per trauma notevole?

A detta della Polizia della Contea di Fairfax, un esempio è la causa del decesso di Eric Barcia, ventiduenne di Reston (Virginia).

Un bel giorno, forse a causa della monotonia della sua professione (impiegato di fast-food), Eric ebbe la brillante idea di sperimentare un tuffo con l’elastico, meglio noto come bunjee jumping.

Si recò nei pressi del Lake Accontik Park e cominciò ad allestire i preparativi per l’operazione.

Dopo aver assemblato la corda, legò un’estremità alla caviglia e l’altra estremità al traliccio del ponte ferroviario.

Quindi si gettò dal suddetto traliccio, in caduta libera, per oltre venti metri.

Il suo errore, stando alle parole del portavoce della polizia, fu l’aver assemblato una corda di lunghezza superiore alla distanza tra traliccio e terreno.

Darwin Awards